Camera d commercio di Bolzano

Attività di agente e rappresentante di commercio

Legge 3 maggio 1985, n. 204 e successive modificazioni

Con decreto legislativo 59/2010, art. 74 è stato soppresso il Ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio; sono rimasti però in vigore tutti i presupposti già previsti per l'iscrizione al Ruolo che ora devono essere dimostrati dalle persone interessate, prima di iniziare effettivamente l'attività, alla Camera di commercio tramite la presentazione della cosiddetta "Segnalazione certificata di inizio attività di agente, rappresentante di commercio" in forma telematica ai sensi del DM 26.10.2011.

Nozione secondo l'articolo 1742 c.c.: Agente di commercio
Col contratto di agenzia una parte assume stabilmente l'incarico di promuovere, per conto dell'altra, verso retribuzione, la conclusione di contratti in una zona determinata.
Il contratto deve essere provato per iscritto. Ciascuna parte ha diritto di ottenere dall'altra un documento della stessa sottoscritto che riproduca il contenuto del contratto e delle clausole aggiuntive. Tale diritto è irrinunciabile.
Agente con rappresentanza - rappresentante di commercio (articolo 1752 c.c.):
Le disposizioni relative all'agente si applicano anche nell'ipotesi in cui all'agente è conferita dal preponente la rappresentanza per la conclusione dei contratti.

Inizio dell'attività
L'attività potrà essere esercitata a partire dalla data della presentazione della "segnalazione certificata di inizio attività" all'Amministrazione competente (in questo caso alla Camera di commercio), la quale, in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti di legge per poter esercitare l'attività, entro 60 giorni dal ricevimento della segnalazione, dovrà adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che, ove ciò sia possibile, l'interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro un termine fissato dall'Amministrazione, in ogni caso non inferiore a 30 giorni.
La dimostrazione dell'abilitazione abilita all'esercizio dell'attività di agente/rappresentante di commercio su tutto il territorio nazionale. L'abilitazione all'esercizio dell'attività è a titolo personale e l'abilitato non può delegare le funzioni relative all'esercizio dell'attività a persone non abilitate. L'attività può essere esercitata, con delle specifiche prescrizioni, anche da parte di società; in tal caso i requisiti devono essere posseduti dal/i legale/i rappresentante/i.
L'esercizio dell'attività in forma imprenditoriale deve essere comunicato al Registro delle imprese tramite comunicazione telematica allegando la presente "Segnalazione certificata di inizio attività di agente, rappresentante di commercio”.

Requisiti per dimostrare l'abilitazione:

  • avere un'età non inferiore agli anni 18; 
  • non essere dipendente da persone, associazioni od enti pubblici e privati (ad eccezione del dipendente pubblico in regime di part-time non superiore al 50%); 
  • non essere iscritto nel Registro delle imprese ovvero nel REA con attività di mediazione e di non esercitare attività di mediazione; 
  • di essere in possesso della licenza di Pubblica Sicurezza ai sensi dell’art.127 del RD 773/1931 in caso si è rappresentante o agente di commercio per un’impresa estera trattando per questa oggetti preziosi in Italia; 
  • aver stipulato un contratto di agenzia (mandato di agenzia o rappresentanza) con l’impresa-mandante;
  • essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti professionali:
    - aver conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado di indirizzo commerciale o diploma di laurea in materie commerciali o giuridiche; 
    - aver frequentato con esito positivo uno specifico corso professionale istituito o riconosciuto dalle regioni ovvero provincie; 
    - aver esercitato per almeno due anni, anche non continuativi, nei cinque anni antecedenti alla data di presentazione della segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) attività in qualità di titolare, legale rappresentante, collaboratore familiare, socio lavoratore di una impresa esercente il commerciale o la produzione con vendita o la somministrazione di alimenti e bevande; 
    - aver prestato la propria opera qualificata per almeno 2 anni nei 5 anni antecedenti alla data di presentazione della SCIA, anche non continuativi, quale lavoratore dipendente - con la qualifica di viaggiatore piazzista e/o inquadramento al 1° e 2° livello del contratto del commercio ovvero 6° e 7° livello del contratto dell’industria con l’effettivo svolgimento di mansioni di direzione ed organizzazione delle vendite (in caso di lavoro part time, la durata dell’attività lavorativa si prolunga per quella percentuale che manca al raggiungimento di un rapporto di lavoro full time); 
    - essere in possesso del Decreto di riconoscimento del competente Direttore della Ripartizione provinciale Artigianato, Industria e Commercio - Provincia di Bolzano riguardo le qualifiche professionali ottenute in un Paese CE;
  • essere in possesso di tutti i seguenti requisiti morali
    - non essere stato sottoposto a misure di prevenzione, divenute definitive, a norma delle leggi 27 dicembre 1956, n. 1423; 10 febbraio 1962, n. 57, 31 maggio 1965, n. 575, 13 settembre 1982, n. 646; 
    - non essere interdetto o inabilitato, condannato, per delitti contro la pubblica amministrazione, l'amministrazione della giustizia, la fede pubblica, l'economia pubblica, l'industria ed il commercio, ovvero per delitto di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione , emissione di assegni a vuoto e per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni (inclusa la sentenza di applicazione della pena su richiesta delle parti (art. 444,445 CPP)), salvo che non sia intervenuta la riabilitazione (art. 5, legge 204/1985, lett. c), art. 74 decreto legislativo 59/2010;

    NOTE:

    Società con più legali rappresentanti
    a) Nell’eventualità che una società disponga di più legali rappresentanti, tutti singolarmente e personalmente devono essere in possesso dei requisiti professionali per l’esercizio dell’attività di rappresentante/agente di commercio; in questo caso va compilato il modello aggiuntivo “Intercalare SCIA - Agenti/rappresentanti di commercio per ogni legale rappresentante (escluso il dichiarante questa SCIA) e allegato alla presente SCIA.
    b) Qualora non tutti i legali rappresentanti risultino in possesso dell’abilitazione all’esercizio dell’attività di agente/rappresentante di commercio, questi non possono ricoprire la funzione di legale rappresentante e di conseguenza le loro competenze e l’iscrizione al Registro delle imprese sono da rettificare.

    Titoli di studio riconosciuti come qualifica professionale
    (l’elenco è indicativo: il Ministero della Pubblica istruzione è competente per ogni aggiornamento)
    Diploma di qualifica ad indirizzo commerciale - 3 anni: addetto alla contabilità d’azienda; addetto alla segreteria d’azienda; addetto alle aziende di spedizione e trasporto; addetto alla conservazione dei prodotti alimentari; addetto agli uffici turistici; addetto alla segreteria e all’amministrazione d’albergo; operatore della gestione aziendale; operatore dell’impresa turistica, operatore d'ufficio.
    Diploma di maturità ad indirizzo commerciale: ragioniere e perito commerciale; ragioniere e perito commerciale per il commercio estero; ragioniere ad indirizzo mercantile; ragioniere e perito commerciale programmatore; perito turistico; perito aziendale e corrispondente in lingue estere; analista contabile; segretario di amministrazione; operatore commerciale; operatore commerciale dei prodotti alimentari; operatore turistico; tecnico delle attività alberghiere; analista contabile ad indirizzo informatico-gestionale; tecnico dei servizi turistici; tecnico della gestione aziendale; tecnico dei servizi della ristorazione; tecnico impresa turistica).
    Diploma di laurea in materie commerciali o giuridiche: giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio, scienze economiche, scienze economiche e bancarie, scienze economico-marittime, statistica, sociologia, economia politica, economia aziendale, scienze bancarie ed assicurative.

    Titoli di studio conseguiti all’estero: i cittadini che attestino il possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado ottenuto all’estero devono allegare, oltre al titolo di studio e alla traduzione giurata: a) per i diplomi, la dichiarazione di corrispondenza rilasciata dal Ministero delle Attività Produttive; b) per i titoli accademici, la dichiarazione di corrispondenza rilasciata, con decreto rettorale, da università che abbia attivato corsi di laurea analoghi. Il diploma estero riconosciuto deve essere equiparato ad uno indicato sopra.

    Attività lavorativa effettuata / qualifica professionale raggiunta in un Paese CE: prima di poter far valere queste attività come qualifica professionale devono essere state riconosciute dal competente Direttore della Ripartizione provinciale Artigianato, Industria e Commercio della Provincia di Bolzano.

    Termini del procedimento amministrativo
    Effettuata la segnalazione si può iniziare immediatamente con l’esercizio dell’attività. La Camera di commercio ha 60 giorni di tempo per verificare la veridicità delle dichiarazioni effettuate e l’effettivo possesso dei requisiti.

    Responsabili del procedimento
    Dott. Georg Tiefenbrunner - Direttore d'ufficio

     

Nascondi da menu: