Camera d commercio di Bolzano

Concorsi a premio

Informazioni sulle manifestazioni a premio e manifestazioni di sorte locale

Con Decreto del Presidente della Repubblica numero 430 del 26 ottobre 2001, entrato in vigore in aprile 2002, è stata riformata la normativa sulle manifestazioni a premio (concorsi a premio e operazioni a premio) e sulle manifestazioni di sorte locale.
Qui di seguito verrà offerta una breve panoramica sui diversi sistemi. Per un'informazione più dettagliata è tuttavia necessaria una consultazione della legge e della relativa circolare ministeriale.

Manifestazione a premio
Tutte le manifestazioni a premio consistono nella promessa fatta al pubblico dal promotore con lo scopo di promuovere nell'ambito del territorio nazionale il grado di conoscenza di prodotti, servizi, ditte, marchi oppure la vendita di determinati prodotti o la prestazione di servizi, che comunque possono avere anche solo in parte uno scopo commerciale. 
Sul nostro sito trovate maggiori informazioni sulle manifestazioni a premio.

Si distingue tra le seguenti forme di manifestazioni a premio:

  • Concorsi a premio
    Sono considerati concorsi a premio le manifestazioni pubblicitarie in cui non tutti ma solo alcuni partecipanti ricevono un premio. L'assegnazione dipende di norma dalla fortuna, dalla sorte, dalla capacità di effettuare pronostici, dall'abilità o bravura.
    Sul nostro sito trovate maggiori informazioni sui concorsi premio
  • Operazioni a premio
    L'operazione a premio consiste in quelle operazioni pubblicitarie in cui il partecipante riceve comunque un premio, e questo sia acquistando un determinato prodotto, sia dimostrando ( es. attraverso una raccolta punti ) di aver acquistato una determinata quantità di prodotti.
    Sul nostro sito trovate maggiori informazioni sulle operazioni a premio
  • Manifestazioni di sorte locale
    Nella definizione di manifestazione di sorte locale rientrano tutte le lotterie come la "tombola", i banchi di pesca o i sorteggi di beneficenza. Queste manifestazioni possono essere organizzate esclusivamente da enti morali, associazioni o comitati che perseguono delle finalità sociali, culturali, ricreative o sportive (ex articolo 14 delle disposizioni Att. Codice Civile ) non aventi scopo di lucro (ex articolo 10 del Decreto Legislativo 460/1997) e qualora ciò sia necessario per il loro finanziamento. Sul nostro sito trovate maggiori informazioni sulle manifestazioni di sorte locali

Normativa e modulistica per le manifestazioni a premio
Tutta la documentazione necessaria per le manifestazioni a premio ( leggi, circolari, modelli per la comunicazione, domande/risposte ai quesiti più frequenti) è disponibile sul sito internet del Ministero dello sviluppo economico, alla voce "Manifestazione a premio". 

Informazioni
Domande/comunicazioni al Ministero possono essere poste/effettuate nel modo seguente:

Chiarimenti e documentazione sono ottenibili anche presso i funzionari incaricati della Camera di Commercio di Bolzano.

Problematiche fiscali
Le problematiche fiscali in tema di manifestazioni a premio sono state chiarite dal Ministero delle finanze con la circolare numero 32 del 12.04.2002, scaricabile da internet al seguente indirizzo: http://www.finanze.it/

Cauzione per manifestazioni a premio
La circolare numero 1 del 28.03.2002 del Ministero prevede le seguenti tre possibilità:

  • Deposito cauzionale in denaro o titoli di stato. Maggiori informazioni sul deposito presso la Banca d'Italia
  • Fideiussione bancaria (in marca da bollo e firma autenticata del fideiussore secondo il modulo predisposto dal Ministero della attività produttive)
  • Fideiussione assicurativa (in marca da bollo e firma autenticata del fideiussore secondo il modulo predisposto dal Ministero dello sviluppo economico).

Costi per l'attività di sorveglianza dei concorsi a premio
Costi a carico del promotore del concorso a premio per l'attività di vigilanza del responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica presso la Camera di commercio di Bolzano.
Con delibera della Giunta Camerale della Camera di commercio di Bolzano è stato determinato il corrispettivo per ogni singolo accesso del Responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica nella individuazione dei vincitori come qui di seguito specificato:

Costi per l'attività di sorveglianza dei concorsi a premio
Costi a carico del promotore del concorso a premio per l'attività di vigilanza del responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica presso la Camera di commercio di Bolzano. Con delibera della Giunta Camerale della Camera di commercio di Bolzano è stato determinato il corrispettivo per ogni singolo accesso del Responsabile della tutela del consumatore e della fede pubblica nella individuazione dei vincitori come qui di seguito specificato (in vigore dal 01.03.2015):

Intervento per estrazioni effettuate presso la sede della Camera

  • con chiusura entro le ore 18: 180 Euro Iva esclusa

Intervento per estrazioni effettuate fuori dalla sede della Camera

  • con chiusura entro le ore 18: 420 Euro Iva esclusa
  • con chiusura dopo le ore 18: 550 Euro Iva esclusa

Intervento per estrazioni effettuate in giornate non lavorative o festive

  • con chiusura entro le ore 18: 630 Euro Iva esclusa
  • con chiusura dopo le ore 18: 690 Euro Iva esclusa

Aumento per la vigilanza sopra le quattro ore

  • presso la sede della Camera: 180 Euro Iva esclusa
  • fuori dalla sede della Camera: 420 Euro Iva esclusa
  • in giornate non lavorative o festive: 630 Euro Iva esclusa

Sola chiusura di un concorso a premio (senza sorveglianza):

  • 100 Euro Iva esclusa

I sopraccitati importi sono da versare all'atto del ricevimento della fattura da parte della Camera di commercio di Bolzano.

ATTENZIONE: l’attività di vigilanza, in sede di individuazione dei vincitori, potrà essere svolta solo se preventivamente concordata con il soggetto promotore (termine minimo di 15 giorni). Si informa che richieste di intervento dopo le ore 18.00 così come in giornate non lavorative o festive non potranno essere sempre garantite. In alternativa alla Camera di commercio l’attività di vigilanza potrà essere svolta da un notaio.

 

Nascondi da menu: 
Testo destra: 
Concorsi a premio