Camera d commercio di Bolzano

L’Alto Adige ha bisogno di più informatici

Data evento: 
Martedì, 26 Maggio 2015

L’Alto Adige ha bisogno di più informatici

Nell’economia altoatesina il settore IT è uno dei settori che crescono più rapidamente. La forza lavoro di questo comparto deve essere ben formata per stare al passo con i tempi. Queste sono le principali conclusioni emerse dalla seconda manifestazione del “Laboratorio sul futuro dell’Alto Adige” che si è svolta a inizio di maggio. In tale occasione si sono confrontati presso l’impresa ACS Data Systems in zona industriale di Bolzano vari esperti, imprenditori e imprenditrici e interessati.

La formazione e l’apprendimento continuo sono fattori determinanti per la futura competitività delle imprese. Pertanto l’obiettivo della serie di manifestazioni 2015 “Laboratorio sul futuro dell’Alto Adige”, organizzata dalla Camera di commercio, era analizzare le qualifiche richieste dal futuro mercato del lavoro.
L’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano ha analizzato il futuro fabbisogno di personale specializzato nel settore IT. Per competere con le migliori regioni europee del settore occorre più forza lavoro altamente qualificata. In futuro saranno richiesti soprattutto informatici e sviluppatori di software, ma anche collaboratori con qualifiche manageriali. Il fabbisogno di tecnici sarà sempre elevato, mentre calerà quello di forza lavoro amministrativa.
I responsabili nonché titolari della ACS Data Systems, Luis e Martin Plunger, hanno un’idea molto chiara del fabbisogno di forza lavoro: “Nel settore IT occorrono molte forze qualificate. La Facoltà di Scienze e Tecnologie Informatiche dell’Università di Bolzano è una sede importante di formazione. Nel complesso si deve puntare maggiormente su una formazione tecnica e pratica.”
Il Presidente della Camera di commercio Michl Ebner sottolinea: “La formazione e l’apprendimento continuo sono fattori fondamentali per la competitività dell’economia altoatesina. Affrontiamo questa tematica per prevenire la carenza di personale qualificato ed essere pronti per le sfide del futuro.”
Francesco Ricci, Preside della Facoltà di Scienze e Tecnologie informatiche della Libera Università di Bolzano, ha parlato della sua ricerca nel campo del context-aware, ovvero dei sistemi in grado di raccogliere le informazioni di contesto di un utente per permettere una reazione più mirata alle sue esigenze. Si tratta di una tendenza importante nel settore IT che offre immense potenzialità.
Scopo della serie di manifestazioni del “Laboratorio sul futuro dell’Alto Adige”, che si svolge ogni anno, è individuare e discutere le principali sfide per il futuro della nostra provincia. A tal fine vengono promossi incontri tra decisori locali, esperti ed esperte che favoriscono un costruttivo scambio di idee.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’IRE, persona di riferimento Georg Lun, tel. 0471 945 708, e-mail: georg.lun@camcom.bz.it.