Camera d commercio di Bolzano
economia = futuro

Südtiroler Wirtschaftszeitung

La SWZ compie cent’anni

Nel 2019 la Südtiroler Wirtschaftszeitung, in breve SWZ, compie cent’anni. In pochi le darebbero quest’età. Ecco un articolo sul motivo della sua longevità e sui suoi proprietari.

La Prima guerra mondiale era finita da appena un anno, l’annessione dell’Alto Adige al Regno d’Italia lungi dall’essere digerita, e la situazione economica critica quando, nel 1919, alcuni operatori economici altoatesini decisero di dare vita a un periodico di economia. Il suo scopo doveva essere da un lato quello di fornire informazioni tecniche, utili alle imprese, dall’altro quello di dare voce alle loro richieste. Il “foglio commerciale” in tedesco nello stato italiano era stato “salutato con gioia dalla maggior parte dei commercianti altoatesini di lingua tedesca”, come riportava la prima edizione del 20 dicembre 1919. Il giornale settimanale era edito da “Leopold Nemec & Co.” di Bressanone.

Vietata durante il fascismo

Il giornale ebbe buona diffusione fino a quando, nell’autunno 1935, fu vietato dalle autorità fasciste. La risibile motivazione addotta dal prefetto Giuseppe Mastromattei fu che bisognava risparmiare carta per via della guerra in Etiopia.

Tuttavia, in seguito alla Seconda guerra mondiale e alla caduta della dittatura fascista, il precedente redattore Luis Santifaller riprese il lavoro in qualità di redattore capo ed editore. Il periodico cambiò il nome da “Industrie- und Handels-Zeitung”, utilizzato dal 1919 al 1935, in “Südtiroler Wirtschaftszeitung”. Quando, nel 1961, Luis Santifaller andò in pensione, la cura editoriale passò alla “Neuer Südtiroler Wirtschaftsverlag”, con soci provenienti da tutta la provincia.

È così ancora oggi: la casa editrice conta ora 103 soci, in parte imprese e in parte privati, il che rende la proprietà molto frammentata. I maggiori azionisti sono Eccel Decorona (6,14 percento), Oberrauch Zitt (4,56 percento), IFI Group del Presidente della casa editrice Franz Staffler (3,90 percento) e il gruppo Sportler (3,51 percento). Anche se in alcune occasioni lo si è sospettato, le associazioni di categoria non partecipano in alcun modo.

swz

Apprezzata per la sua indipendenza

La mancanza di un azionista di maggioranza e, al contrario, la presenza di una proprietà molto frammentata hanno garantito alla SWZ quell’indipendenza che i suoi abbonati e abbonate tanto apprezzano. In primo luogo, indipendenza redazionale, poi indipendenza economica, dato che i guadagni restano in azienda per via dello scarso interesse che i piccoli azionisti possono avere da una distribuzione proporzionale dei dividendi. Questo ha permesso alla casa editrice di acquistare l’attuale sede nel Kampill Center a Bolzano e di accantonare delle riserve economiche. Christian Pfeifer, redattore capo e direttore responsabile, aggiunge: “La SWZ si finanzia completamente grazie alle entrate provenienti da abbonamenti e inserzioni. Inoltre, la SWZ viene pubblicata senza bisogno di contributi provinciali o statali. Anche questo ci rende indipendenti”. Ci si sente obbligati soltanto verso i lettori, le lettrici, i clienti e le clienti, e anche orgogliosi di avere molte personalità di spicco e figure influenti per l’opinione pubblica tra i lettori e le lettrici.

Contenuti informativi corretti, affidabili e seri

L’Alto Adige è cambiato radicalmente negli ultimi 100 anni, ma questo giornale economico, allora tanto fortemente voluto, è rimasto, ora anche con una versione online e una app. Oggi come allora, il compito che si prefigge la SWZ è quello di informare in modo critico, ma corretto, sugli sviluppi economici, politici e sociali – animata da un pensiero aperto al mercato, democratico e pluralistico. Pfeifer: “Vogliamo informare e, allo stesso tempo, intrattenere. Di fronte all’odierno eccesso di informazione vogliamo essere un’ancora sicura, affidabile e seria, e non cercare attenzione con un giornalismo sensazionalistico”.
In primavera la Camera di commercio di Bolzano ha premiato la storica casa editrice con il Premio economia Alto Adige.

Sono state utili queste informazioni?
Nessuna votazione inserita