Chamber of Commerce of Bolzano

FlyingBasket

Supporto volante

La vision della start up "FlyingBasket" è rifornire località isolate con i droni. Fondata cinque anni fa da due giovani imprenditori, Moritz e Matthias Moroder, ha ora una propria sede a Sciaves e ben 12 dipendenti. I fratelli sono certi che i trasporti con i droni rivoluzioneranno il settore della logistica.

Come e da chi è nata l'idea di FlyingBasket e di aprire un'impresa?
Moritz Moroder: Durante un'escursione con mio fratello abbiamo visto un elicottero che riforniva un rifugio. Eravamo certi che ci dovesse essere anche un modo più efficiente per farlo. Quando i droni erano diventati di moda, ci eravamo procurati un piccolo drone che modificavamo per divertimento; ci è quindi venuta l'idea che un drone di dimensioni maggiori avrebbe potuto trasportare anche carichi fino ai rifugi. E così nel 2015 abbiamo fondato la nostra impresa.

Di cosa si occupa esattamente FlyingBasket e come si possono impiegare i vostri droni?
Fin dalla nostra fondazione operiamo soprattutto nel campo di ricerca e sviluppo; abbiamo già concluso con successo diversi progetti. Con il nostro prototipo FB3, che trasporta fino a 100 kg di carico, abbiamo inoltre rifornito di prodotti alimentari diversi rifugi. Nell'estate 2020 partiremo con i servizi commerciali. Stiamo provando anche applicazioni in altri campi; ad esempio, a breve effettueremo dei voli di prova per un ispettorato forestale locale, un'impresa energetica e un'impresa edile.

Si sa che i primi anni di attività sono i più duri. Quali difficoltà avete riscontrato principalmente?
Quando abbiamo fondato FlyingBasket eravamo convinti di poter iniziare nel giro di un anno con i rifornimenti ai rifugi. Ci sbagliavamo. Avevamo sottovalutato soprattutto i regolamenti delle autorità competenti per l'aviazione. Oltre alle difficoltà tecniche, la grande sfida è stata - e lo è tuttora - trovare investitori che credano nel nostro progetto e siano disposti a finanziarlo. Inoltre, non è semplice neanche trovare personale qualificato. Siamo alla continua ricerca di altri dipendenti per lo sviluppo di software e hardware, oltre che di piloti di droni.

FlyingBasket HP Drohne

Come è composto il vostro team e come descrivereste la vostra cultura aziendale?
Il nostro team è composto da tre indiani, un canadese e uno spagnolo; i rimanenti collaboratori sono altoatesini. Al lavoro parliamo principalmente inglese. Ci mancano ancora delle collaboratrici per completare il nostro team. Per noi è importante creare un ambiente di lavoro armonioso; ciò significa che scegliamo il personale non solo sulla base di capacità tecniche e competenze, ma anche valutando il possibile inserimento nel team. Il pranzo viene preparato in ufficio e consumato tutti insieme attorno a una grande tavolata. Organizziamo anche attività extra-lavorative per incentivare lo spirito di gruppo.

Secondo voi come sarà posizionata la vostra azienda tra dieci anni?
È difficile fare delle previsioni; fino a un anno fa eravamo ancora noi due nel garage della nonna, adesso siamo in 12 persone in una sede con uffici, officina e laboratorio. La direzione che vorremmo prendere ora è consolidare la nostra impresa nello sviluppo di droni personalizzabili.

Was this information useful?
Average: 4.7 (3 votes)

Contact

Communication

0471 945 672