Chamber of Commerce of Bolzano

Rentmas

Condividere anziché comprare

La sharing economy si sta imponendo in tutti i settori dell’economia. In quello delle costruzioni è pioniera un’azienda startup altoatesina. Ecco come Manuel e Daniela Niederstätter noleggiano macchine edili in modo efficiente e a basso costo tramite il portale di sharing Rentmas.

A dire il vero il 2020 sarebbe dovuto essere l’ultimo anno, poi Maria e Toni Niederstätter avrebbero voluto andare in pensione. Daniela e Manuel, entrambi i figli di Toni, avrebbero dovuto continuare a condurre da soli la Niederstätter S.p.A., impresa fondata ormai 45 anni fa. Tuttavia, negli ultimi tempi, nell’azienda leader in Italia nel settore della vendita e del noleggio di macchine edili questo addio è stato rimandato. Maria e Toni resteranno alla guida dell’azienda, anche per permettere ai loro successori di concentrarsi su nuove idee e progetti innovativi come Rentmas, il primo portale al mondo di sharing per macchine edili. Durante le Giornate del Tirolo del Forum europeo di Alpbach questa piattaforma si è classificata al terzo posto del premio giovani innovatori. Del motivo per cui il motto “condividere anziché comprare” ha un futuro anche nel settore delle costruzioni ne discutiamo con Manuel Niederstätter.  

Da maggio la Sua piattaforma Rentmas è online. Come è nata quest’idea?
Manuel Niederstätter: È successo un anno fa, durante il viaggio di ritorno da un convegno in Germania in cui era intervenuto uno dei fondatori di Flixbus. Daniela e io cominciammo a pensare a come sfruttare il tema della sharing economy nel nostro settore. Da un lato, grazie all’andamento congiunturale positivo c’è una forte domanda di macchine edili; dall’altro ce ne sono già molte in circolazione, che però non vengono usate costantemente. Così è nata l’idea di avvicinare i proprietari dei mezzi a chi sarebbe interessato a prenderli a noleggio.

La piattaforma funziona in modo simile al portale di sharing Airbnb che si occupa di alloggi?
In sostanza, sì. Ogni azienda che cerca una macchina edile può vedere grazie alla geolocalizzazione chi ne possiede una ed è disposto a noleggiarla. Se il proprietario dà il suo consenso noi provvediamo a tutto il resto. Ci occupiamo di contratti, assicurazione, trasporto e consegna, in caso di necessità mettiamo a disposizione un operatore, controlliamo lo stato della macchina e alla consegna verifichiamo se il macchinario viene restituito senza danni. Ovviamente la lunga esperienza della Niederstätter S.p.A. nel campo del noleggio va tutta a nostro vantaggio.

niederstätter lager

Al momento la piattaforma è attiva soprattutto a livello locale. Qual è la vostra visione per il futuro?
Adesso siamo ancora in fase iniziale e concentriamo il marketing sui nostri mercati principali in Alto Adige e Trentino e su Verona, Belluno e Treviso. Nel 2020 vogliamo pubblicizzare la piattaforma in tutta Italia, e al più tardi nel 2021 in tutti i paesi di lingua tedesca. Il portale ha però il potenziale per affermarsi a livello mondiale.

A livello mondiale non esiste ancora nessuna piattaforma paragonabile?
Stranamente no. O meglio, non c’è alcuna piattaforma che utilizzi tutte le possibilità dell’industria 4.0 per il noleggio di macchine edili. Ciò potrebbe essere forse dovuto al fatto che nel settore delle costruzioni la digitalizzazione sta muovendo appena i primi passi. L’agricoltura e l’industria sono già molto più avanti sotto questo aspetto.

Lei vuole ottimizzare le risorse già presenti sul mercato. Ma c’è anche la possibilità di guadagnarci?
Speriamo! Noi ci finanziamo trattenendo per ogni contratto stipulato una parte del noleggio. Però un guadagno lo ha anche il proprietario, che così può ammortizzare più velocemente il suo investimento, e il locatario, che può noleggiare il macchinario in modo sostenibile direttamente nella sua zona.

Was this information useful?
No votes yet