Camera d commercio di Bolzano

Clausole vessatorie

Cosa sono le cosiddette “clausole vessatorie”?

Le clausole vessatorie (art. 33 CDC) sono clausole a sfavore del consumatore. Contrariamente alle clausole abusive, che vengono concordate tra imprese, le clausole vessatorie nei confronti di consumatori sono in ogni caso nulle. Ciò significa che anche in caso di doppia firma è come se non ci fossero, mentre il resto del contratto resta valido. Inoltre solo il consumatore può rivendicarne la nullità, poiché si tratta di una cosiddetta nullità unilaterale a favore del consumatore.

Una clausola è vessatoria quando determina a carico del consumatore un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto. Alcuni esempi:

  • diritti di recesso previsti solamente per il professionista
  • limitazione del diritto d’azione del consumatore in caso di inadempimento da parte del professionista
  • periodi di disdetta eccessivamente lunghi a carico del consumatore per contratti a tempo indeterminato; mancanza del periodo di preavviso a favore del professionista per contratti a tempo indeterminato
  • modifica del foro competente a sfavore del consumatore
  • clausole penali eccessive o importi di risarcimento danni elevati solamente a carico del consumatore
  • il diritto per il professionista di stabilire unilateralmente il prezzo della merce o del servizio solamente al momento della fornitura
  • il diritto unilaterale a favore del professionista di interpretare il contratto
  • il diritto unilaterale per il professionista di modificare le clausole contrattuali

Attenzione: se l’imprenditore o l’imprenditrice può dimostrare che le clausole sono state contrattate in modo specifico, tali clausole sono comunque validi! Deve esserci ad esempio uno scambio di mail o corrispondenza in merito, altrimenti le clausole sono nulle.

Solo pochissime clausole previste espressamente dalla legge sono in ogni caso nulle, anche se concordate individualmente (art. 36 CDC):

  • esclusione o limitazione della responsabilità del professionista in caso di morte o danno alla persona del consumatore, se dovuti ad un comportamento o ad una omissione del professionista
  • esclusione o limitazione del diritto d’azione per il consumatore in caso di inadempimento totale, parziale o inesatto da parte del professionista
  • accettazione automatica di clausole che il consumatore non avrebbe potuto conoscere prima della stipula del contratto
Nascondi da menu: 
Testo destra: 

Contatto

E-Commerce

tel. 0471 945531
digital@camcom.bz.it