Camera d commercio di Bolzano

Versione semplificata

Esempi pratici

Si tratta di contratti stipulati tra il consumatore e il professionista fuori dal locale adibito alla vendita al dettaglio in cui viene esercitata l’attività professionale in modo permanente o abituale.
Sono, infatti, contratti conclusi ad es.

  • al domicilio del consumatore
  • sul posto di lavoro
  • in aree pubbliche, ecc.

    ma anche

  • contratti conclusi nei locali del professionista, o mediante qualsiasi mezzo di comunicazione a distanza, immediatamente dopo che il consumatore è stato avvicinato personalmente e singolarmente in un luogo diverso dai locali del professionista,
  • contratti conclusi durante un viaggio promozionale organizzato dal professionista e avente lo scopo o l’effetto di promuovere e vendere beni o servizi al consumatore.

Sono considerati contratti stipulati fuori dei locali commerciali:

  • i contratti “porta a porta” conclusi presso il domicilio del consumatore;
  • la vendita di beni di consumo durante la presentazione degli stessi a casa del consumatore;
  • i contratti stipulati presso gli stand promozionali fuori dei locali commerciali; 
  • i contratti conclusi con il consumatore che è stato prima avvicinato fuori dal locale commerciale ad es. consegnandogli un volantino con lo sconto su determinati prodotti e che abbia, in seguito a tale invito, acquistato un bene nel locale commerciale del professionista; 
  • i contratti conclusi con artigiano che esegue dei lavori presso l’abitazione del consumatore;
  • i contratti conclusi con ad es. la parrucchiera o l’estetista o qualsiasi figura professionale che svolge la propria l’attività nel settore della cura del corpo quando il lavoro viene effettuato presso l’abitazione del consumatore.

Obblighi per l'impresa

I particolari obblighi per i contratti negoziati fuori dei locali commerciali riportati nei paragrafi successivi non si applicano se il corrispettivo che il consumatore deve pagare non è superiore a 50 euro.

Gli obblighi previsti per l’impresa sono diversi a seconda del corrispettivo che il consumatore deve pagare e dell’oggetto del contratto:

  1. CONTRATTI CHE SUPERANO L’IMPORTO DI 50 EURO
  2. MANUTENZIONE E RIPARAZIONI CHE NON SUPERANO L’IMPORTO DI 200 EURO  

 

Nascondi da menu: