Camera d commercio di Bolzano

Contestazione, eventuale sequestro e strumenti di difesa

Il procedimento sanzionatorio inizia con l’accertamento della violazione amministrativa nei confronti del trasgressore tramite il verbale di contestazione redatto dagli organi di vigilanza (Carabinieri, Nas, Camera di Commercio ed altri).
L’interessato può

  • effettuare il pagamento della sanzione in misure ridotta (indicata sul verbale) entro 60 giorni, oppure
  • può, entro 30 giorni, chiedere di essere sentito e fare pervenire scritti difensivi e documenti all’ufficio

    Tutela dell'ambiente e della concorrenza
    via Alto Adige n. 60, I-39100 Bolzano
    Fax: 0471 945 730
    Pec: regulation@bz.legalmail.camcom.it
    e-mail: tutelaconcorrenza@camcom.bz.it

L’organo che ha accertato l’infrazione invia all'ufficio un rapporto relativo alla violazione insieme al verbale di accertamento.

I termini sopra indicati decorrono dalla data della contestazione immediata o, se questa non vi è stata, dalla notificazione della violazione. Si fa presente che il pagamento della sanzione nei termini indicati estingue il procedimento amministrativo e gli eventuali scritti difensivi non saranno valutati.

Sequestro (funzione cautelare)
Il sequestro amministrativo comporta l'indisponibilità temporanea della merce ai danni del destinatario.
Qualora venga sequestrata la merce l’interessato può:

  • proporre opposizione, anche immediatamente, all’ufficio Tutela dell'ambiente e della concorrenza. Entro 10 giorni dalla sua proposizione, il Vicesegretario generale della Camera di commercio di Bolzano, incaricato quale responsabile per la fede pubblica, deve decidere sulla opposizione con ordinanza motivata.
    Se non è rigettata entro questo termine, l’opposizione si intende accolta.
    Se invece l’opposizione viene rigettata entro il termine anzidetto, il Vicesegretario generale ha due mesi dal ricevimento del verbale di contestazione, e comunque sei mesi dal giorno effettivo del sequestro, per emettere ordinanza ingiunzione di pagamento e/o disporre la confisca della merce. Il decorso del tempo oltre il termine fissato rende automaticamente inefficace il sequestro.
  • fare istanza di restituzione da presentare all’ufficio Tutela dell'ambiente e della concorrenza. In questo caso il Vicesegretario generale, qualora ritenga la richiesta fondata, può disporre il dissequestro anticipato della merce subordinatamente alla regolarizzazione della merce stessa.

 

Nascondi da menu: