Camera d commercio di Bolzano

Verifica CE

Procedura verifica CE (Comunità Europea)

La verifica CE (Comunità Europea) di strumenti per pesare a funzionamento non automatico con certificato d'approvazione della Comunità Europea del tipo (Decreto Legislativo 29 dicembre 1992, numero 517)

La verifica CE - procedura

  1. Per richiedere la verifica CE il fabbricante deve consegnare al Servizio metrico una distinta in duplice copia, nella quale indica marca, modello, portata e quantità degli strumenti da voler sottoporre alla verifica CE.
     
  2. Se la verifica CE dovrà essere effettuata presso la sede del fabbricante metrico, dovrà allegare alla distinta di cui al punto precedente la richiesta di verificazione periodica di strumenti metrici

    Se invece la verifica CE si effettua presso il laboratorio metrologico del Servizio metrico, dovrà allegare alla distinta di cui al primo comma la richiesta di verificazione di strumenti metrici presso il servizio metrico.
     

  3. Il richiedente dovrà inoltre presentare al Servizio metrico:
     
    1. fotocopia del certificato di approvazione CE del tipo per lo strumento per pesare a funzionamento non automatico nonché per il sistema di pesatura a funzionamento non automatico (se non redatte in lingua italiana o tedesca si deve allegare al certificato originale la traduzione in italiano o tedesco)
    2. fotocopia del certificato di prova (Test Certificate) per tutti i moduli e dispositivi supplementari, qualora è esplicitamente indicato nel certificato di approvazione CE del tipo di cui al punto precedente (se non redatte in lingua italiana o tedesca si deve allegare al certificato originale la traduzione in italiano o tedesco). Qualora nel certificato di approvazione CE del tipo non viene espressamente rinviato ai rispettivi Certificati di Test per i singoli moduli, lo stesso certificato di approvazione CE del tipo deve contenere tutte le informazioni necessari alla valutazione dei vari moduli ed alla compatibilità degli stessi.

      Celle di carico: per il modulo "celle di carico" invece di un certificato di prova può essere rilasciato anche un certificato OIML in base alla Raccomandazione R 60, premesso che i test sono stati effettuati da un Organismo Notificato per l’approvazione CE del tipo in base alle Guide-WELMEC.

    3. la dichiarazione di conformità CE dello strumento al certificato di approvazione CE del tipo, emesso e firmato dal titolare dello stesso certificato di approvazione CE del tipo;
    4. la prova sulla compatibilità dei moduli in cui alla guida WELMEC 2 (2004), disponibile soltanto in lingua inglese, emesso e firmato da quel fabbricante metrico che opera l’assemblaggio dello strumento e richiede la verifica CE dello stesso.

      Nota Bene: La tabella della prova sulla contabilità è stata tradotta da un fabbricante metrico italiano e messo a disposizione degli uffici metrici italiani. Pertanto la Camera di commercio di Bolzano non si assume nessuna responsabilità sulla conformità del documento alla guida Welmec 2.0 (2004)
       

  4. L’esito positivo della verifica CE è attestato mediante bollatura dello strumento e rilascio di attestato di conformità da parte del Servizio metrico.
     
  5. Collaudo di posa in opera (seconda fase)

    Qualora lo strumento è già stato sottoposto alla verifica CE in fabbrica (prima fase di verifica), il fabbricante metrico che richiede il collaudo di posa in opera sul posto di installazione (seconda fase della verifica CE) non deve più presentare la distinta di cui al primo comma.

Nascondi da menu: 
Testo destra: 

Servizio Metrico

tel. 0471 945681

metrico@camcom.bz.it
metrology@bz.legalmail.camcom.it