Camera d commercio di Bolzano

Metrologia legale

La metrologia legale è la parte della metrologia che si occupa delle unità di misura, dei metodi e degli strumenti di misurazione utilizzati nelle transazioni commerciali.

Le transazioni commerciali, sia tra le imprese, che tra imprese e consumatori, quando avvengono secondo quantità, sono effettuate sulla base di procedure di misurazione e strumenti di misura che ciascuno Stato, al suo interno, riconosce come legali.

Poiché gli Stati stabiliscono le norme di metrologia legale in piena autonomia, ma le imprese scambiano merci tra Stati con differenti legislazioni, il mercato internazionale ha bisogno di regole condivise.

A tal proposito a Parigi hanno sede le più importanti organizzazioni nonché comitati internazionali, i cui scopi principali sono quelli di uniformare gli standard metrologici e di armonizzare le procedure di controllo metrologico applicate dai servizi metrologici dei vari stati membri. Le più importanti organizzazioni a proposito sono:

La metrologia legale, riferita al Regio Decreto n. 7088 del 23 agosto 1890 e relativi Regolamenti, detta le caratteristiche tecniche che devono avere gli strumenti di misura per essere legali, nonché le procedure di verifica alle quali debbono essere sottoposti i seguenti strumenti:

  • pesi
  • misure di capacità per aridi
  • misure di capacità per liquidi
  • misure di capacità di tipo speciale impiegate per la verificazione degli apparecchi per misurare liquidi
  • cisterne a scomparti tarati
  • ogni altro strumento provvisto di decreto di ammissione alla verificazione metrica per esempio strumenti per la misurazione di tronchi d'albero

La corretta misurazione della merce, oggetto della compra vendita, è uno degli aspetti fondamentali della transazione commerciale e attraverso la metrologia legale è possibile intervenire per regolare la concorrenza tra imprese nell'ambito della correttezza e, soprattutto, è possibile assolvere all'importante funzione di tutela del consumatore.

Il Regio Decreto numero 7088 del 23 agosto 1890, testo unico delle leggi metriche, definisce all'art. 11 uno dei principi fondamentali della metrologia legale:

"Ogni convenzione di quantità che non sia di solo danaro, anche per privata scrittura, dovrà farsi in pesi o misure legali."

 

Nuova strategia europea di armonizzazione tecnica e normalizzazione

La Direttiva 2014/31/UE (strumenti per pesare a funzionamento non automatico) e la Direttiva 2014/32/UE (Measuring Instruments Directive - MID) fissano i requisiti essenziali degli seguenti strumenti:

  • contatori dell'acqua
  • contatori del gas e dispositivi di conversione del volume
  • contatori di energia elettrica
  • contatori di calore
  • sistemi di misura per la misurazione continua e dinamica di liquidi diversi dall'acqua
  • strumenti per pesare a funzionamento automatico
  • strumenti per pesare a funzionamento non automatico
  • tassametri
  • misure materializzate
  • strumenti di misura della dimensione
  • analizzatori dei gas di scarico

I requisiti essenziali sono definiti come requisiti di prestazione e non come specifiche di progettazione. Risultano quindi meno dipendenti dallo sviluppo della tecnologia di misura e riducono la necessità di aggiornare la norma. La conformità ai requisiti essenziali è attestata dalla:

  • marcatura CE, relativa anche ad altre direttive riferibili allo strumento
  • marcatura metrologica supplementare (lettera M e le ultime due cifre dell'anno)

Gli Stati membri decidono se regolamentare o meno gli strumenti interessati dalla direttiva (principio della opzionalità). Gli stati membri hanno recepito entrambe le direttive.

Nascondi da menu: 
Testo destra: 

Contatto

Servizio Metrico

tel. 0471 945681

metrico@camcom.bz.it
metrology@bz.legalmail.camcom.it